PROBONE news
Argomenti

LA STORIA DI RAKIPAJI

LA STORIA DI RAKIPAJI

La storia di Hysenji Rakipaj è una storia di coraggio e di passioni: il coraggio di un giovane uomo per affrontare una malattia molto grave, per ben due volte e la passione di superare le barriere e portare aiuto a chi ne ha bisogno.

A Hysenji è un giovane ragazzo albanese di 17 anni a cui viene diagnosticato nel 2012 un sarcoma di Ewing, una rara forma di neoplasia che a volte può colpire anche l’osso.

In Albania però i medici gli consigliano di recarsi in Italia per trovare le cure che suo paese ancora non può offrirgli.

Così Hysenji viene in Italia, a Brescia, ed iniziano le interminabili sedute di chemioterapia all’Istituto Clinico San Rocco, dove viene anche sottoposto ad un primo piccolo intervento chirurgico per salvarlo dalla paralisi.

La malattia risponde alle cure, così, dopo 6 mesi, Hysenji rientra finalmente in Albania per riprendere la propria vita di giovane ragazzo, concentrandosi sui suoi impegni, primo tra tutti, il calcio, sua grande passione, ma anche lo studio.

Purtroppo a distanza di meno di un anno dal suo rientro in Albania, la malattia torna a dare segni di sé e Hysenji è richiamato a combattere la stessa battaglia che credeva di essersi già lasciato alle spalle.

Così torna in Italia, di nuovo a Brescia, ma la situazione questa volta richiede che la malattia sia rimossa con un intervento chirurgico molto rischioso e Hysenji, ormai maggiorenne, non può riceverlo dal SSN.

I suoi medici di Brescia contattano il Dr.Alessandro Gasbarrini e parte una catena di solidarietà che finisce per coinvolgere l’intera equipe dei chirurghi della Chirurgia Vertebrale Oncologica, gli anestesisti, il personale infermieristico e tecnico dell’Istituto Ortopedico Rizzoli che prestano la loro opera pro-bono, rispettando la mission della Fondazione.

Della degenza, delle spese relative all’operazione ed ai trattamenti successivi, invece, si prende carico la Fondazione Probone Italia Onlus, di cui il Dr.Alessandro Gasbarrini è presidente.

Il 13 Maggio 2014, Hysenji riceve il suo intervento presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Tutto è andato bene e Hysenji può tornare a sorridere e a fare progetti per il futuro, perché per lui ci sarà di nuovo un futuro.


Marco Girolami

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido! Powered by Adon